Colpa, senso di inadeguatezza, vergogna, la Dea Oscura e la Dea Madre

Ieri stavo scrivendo a mano queste esatte parole:
Spostamento dell’attenzione dal quadro generale ad una specificità particolare, questo si chiama censura e può anche essere intesa come forma di indottrinamento e fascinazione.
Ho aggiunto:
Quando una donna si sente insicura, cerca conferme nell’uomo, e l’uomo nel patriarcato oggettiva, riduce, sposta l’attenzione, colpevolizza e rende vittime le donne.

Continua a leggere

Annunci

Dogmatismo e idolatria

Parthenos
A molte persone capita una cosa precisa nella loro vita, quella della gentilezza messa in piedi da altre persone per ammorbidirle e poi imporre il loro punto di vista.
L’imposizione velata l’ho sempre mal digerita, preferisco quella esplicita e diretta, mi appare meno ipocrita, seppur trovi ipocrita ogni forma di imposizione, infatti ho sempre pensato che se si ha un punto di vista (per quanto errato questo possa essere) è meglio esplicitarlo in maniera netta piuttosto che ammantarlo di una forma di fascinazione.

Continua a leggere

Proserpina, la Morte e la Madre

Proserpina
Proserpina essendo direttamente connessa alla Dea Madre originale fu stuprata al pari di altre dee e donne della Grecia patriarcale degli dei dell’Olimpo. Zeus è il più grande stupratore di tutti, lo chiamato “ratto di Proserpina” come chiamano “amore” il rapimento e la coercizione ma il termine esatto era ed è società e religione dello stupro e quelle che andavano a sostituire le filosofie matristiche erano nella stragrande maggioranza dei casi fondate proprio sullo stupro.
Per chi nel presente si chiede da dove derivino i femminicidi, la coercizione, la paura patriarcale, la violenza psicologica e fisica reiterata ai danno delle donne, basta vedere un pò di storia e filosofia, di questi esimi patriarchi come Ovidio, o magari leggere Platone, o vedere cosa faceva Zeus e gli altri dei maschi dell’Olimpo, o leggere anche di altre culture patristiche da qui a 3000-5000 anni fa, sarà subito chiaro che si è trattato di una cultura della violenza perpetrata per secoli di cui oggi (fortunatamente) si parla di più ma che ha radici indietro nel tempo.

Continua a leggere

Il Fulmine

Esempio della faccia oscura della Dea.
Il fulmine paralizza, mette angoscia, è una scarica e il nostro corpo lo ascolta (quando impara) come una parte di noi.
Se noi siamo figlie e figli della natura o Grande Madre che dir si voglia abbiamo anche le sue caratteristiche prima che il patriarcato cominciasse a contaminarle.

Continua a leggere

Matteuccia da Ripabianca

Voglio dedicare uno spazio alla stregoneria, che preferisco definire antica religione cosa che ha un richiamo più diretto al matrilinearismo.
Il 20 Marzo 2017 sono passati 511 anni o meglio bisognerebbe dire 5 secoli e 11 anni dalla condanna inflitta alla curandera Matteuccia da Ripabianca, una strega umbra molto nota alla sua epoca.
Continua a leggere