La numerologia del femminino Capitolo 2

Un primo articolo sui numeri del femminino era questo:
La numerologia del femminino
In quel post però non ho inserito quelli che per me sono tutti i numeri connessi a vie femminili, ma solo quello relativo alle 13 lunazioni dell’anno.
Gli altri numeri del femminino sono:
  • 4
  • 28
  • 8
  • 7
E ovviamente come nel caso del 13 anche i loro multipli.

L’8 ovvero l’infinito e la Dea Ishtar del tutto

Del numero 8 ovvero del simbolo dell’infinito, avevo già parlato nel testo del link che riporto sopra ma va detto che Ishtar (ovvero quella che era la Dea Primigenia da cui nascono tutte le sapienze successivamente strumentalizzate a fini di dogmatismo e controllo dal patriarcato ma che nascevano come conoscenza del Se per le Donne-Dee) aveva due simboli. La stella a 5 punte (i 4 elementi e lo spirito) e la stella a 8 punte, poi ripresa dalla tradizione patriarcale ebraica.

Il numero 4 ovvero i quattro elementi

  • Terra
  • Acqua
  • Fuoco
  • Aria
Questi sono i quattro elementi che si ritrovano alla base anche dei moderni credo che si basano in parte sull’Antica Stregoneria o religione pagana. Ma quattro sono anche le stagioni, 4 le incarnazioni della Dea:
  • Nascita
  • Vita
  • Morte
  • Rinascita
Spesso appare invece il numero tre, perché avviene ciò?
Il tre nasconde il quarto elemento, quello relativo alla morte per la rinascita, spezza la Dea originale e ne frammenta il potenziale che è insito negli aspetti mutevoli e ciclici della natura, ovviamente il patriarcato (che nasce dall’invidia e dalla paura come dico sempre) doveva frammentare un unità di questo genere per affievolirne il potere che se intero è tutt’altro rispetto rispetto ad un potere spezzato e dal quale si esclude un elemento, un aspetto. Va detto anche però che il 4° principio è il segreto, l’accesso alla sacralità del femminino quindi riconoscerlo significa iniziare a percorrere una Via sciamanica femminile.

Il Numero 7 e la base del numero 28

Il sette è il numero dei giorni di una settimana, moltiplicando questo numero per quattro esce il numero 28, ma non è tutto. Quattro sono appunto le fasi della Dea, le sue stagioni e i suoi periodo, sono gli elementi e quindi questi tre numeri sono strettamente correlati, 4,7 e 28.
I primi calendari dell’umanità erano calendari lunari basati su cicli di 28 giorni (i giorni della Luna e del mestruo femminile) e probabilmente suddivisi in settimane ma su questo non ho certezza, è solo una mia ipotesi sulla quale devo ancora informarmi al meglio, ho dedotto che il 7 fosse importante perché il 28 è un suo multiplo e la moltiplicazione per 4 (le quattro fasi anche lunari) mi ha fatto dedurre che fosse importante nello Sciamanesimo Femminile come numero.

Il numero 13, i tredici mesi lunari e la teoria delle 26 dimensioni relativa alle stringhe

Le mensilità nei calendari lunari erano 13 e tredici è il numero alla base della teoria relativa alle stringhe, una teoria scientifica, che moltiplica questo numero per due e ipotizza 26 dimensioni spazio-temporali.
Secondo questa teoria ogni oggetto e ogni spazio è permeato di Energia, che si muove in maniera continuativa. Questa Energia che permea l’universo e ogni sua dimensione si muove attraverso delle stringhe (da qui il nome della teoria) o meglio andrebbe detto, attraverso dei fili di energia che contengono una loro specifica vibrazione.
In pratica la scienza parla di ciò che lo Sciamanesimo in generale definisce come Guarigione e sul quale basa tale guarigione, dallo sciamanesimo per linea femminile poi sono nate specifiche tecniche per incanalare Energia nei corpi attraverso aghi, mani, massaggi etc…. ma la base era appunto l’idea che l’Energia permeasse ogni cosa dell’esistente, animata o inanimata.
Le risposte comunque per quanto riguarda la Via del Femminino, e Sciamanica-Animista sono già dentro noi stesse. Diciamo che la scienza sta confermando tante cose che le Donne Medicina sapevano già secoli fa, solo che cambiano le finalità.
Annunci