Magnificare noi stesse non per ego

Ballo
Quante donne mi hanno permesso di approcciarmi alle cose in maniera fluida? quante mi hanno “sbattuto in faccia” la verità? e quante hanno fatto si di accompagnarmi verso altre prospettive?
Sono state tantissime e anche in virtù di questo non mi stancherò mai di amare il femminino, di amare quelle donne che con semplicità, senza alcuna forma di prevaricazione o di volontà lesiva verso la mia dignità mi hanno dato dei messaggi e sapevano che mi sarei presa il mio tempo per analizzarli e introiettarli se lo avessi voluto.

Per questo questo approccio è quello di base per magnificare noi stesse. Donne che dicono ciò che pensano ma non pretendono di essere seguite, ma forniscono validi elementi per farci ritornare ad amare noi stesse gettano dei semi, dei semi che possono diventare ciclici e io mi sento onorata di aver fatto nascere un albero da quei semi.
Onorare se stesse significa non permettere che:
  • Paura
  • Rabbia patristica
  • Odio
  • Bisogno di conferme
Abbiano la meglio sulla grandiosità di se stesse e delle proprie energie. Queste ultime sono la spinta ad amarci, non ci devono mai essere sottratte con la coercizione e dobbiamo ricordare sempre che noi siamo indipendentemente da altre e altri, e che al contempo non necessitiamo di snobbare nessuna e nessuno perché tutto può apportare messaggi e cose da abbracciare, da comprendere anche.
La Dea in noi va onorata, è quella che ci comunica e ci avverte, sa essere madre e serpente che stringe fino a far esalare l’ultimo respiro. E’ il ciclo dell’esistenza di morte e rinascita, nel mezzo la vita, la sua espressione, le sue fasi e un tutto dalle molteplici sfumature.
Magnificare se stesse senza ego significa riconoscere la propria forza ma non pretendere che altr@ la magnifichino, significa amare se stesse ecco perché è importante.
Annunci