La Dea del Sole e della Luna

Ogni espressione ciclica di passaggio rimanda a te Madre.
Sole e Luna sono stati separati ma l’istinto senza la mente è povero e carente, così come lo è maggiormente la mente senza l’istinto, il Se Primordiale, quello della Grotta Sacra alla quale fare riferimento e che conduce all’interno…. alla Yoni a noi stesse Madre.
Ci è stato detto che noi siamo solo Luna, invece il principio della vita è calore e gelo, è istinto e riflessione scevra da elucubrazioni patristiche.
Siamo la ciclicità del cerchio e delle manifestazioni non opposte ma che ci sono state presentate come tali nella linearità auto legittimata patristica e patriarcale del dominio e della separazione, re imparare a vederci come un tutto cosmico è essenziale nel Cammino Femminile Sciamanico e tu lo sai, Madre.
Tu Madre Oscura e Rischiarata ci porti a vedere la totalità e non i singoli aspetti che ci relegano, in te stessa hai le risposte che devono essere cercate e comprese, come le abbiamo noi donne quando ti richiamiamo al nostro interno.
Mostrati come Kalì
Mostrati come Hecate
Mostrati come la Dea dell’Amore che porta gioia per le sorelle che condividono la tua via
Mostrati come Labirinto
Mostrati come la Civetta
Mostrati come Ishtar
Come Notte e Giorno nella tua molteplicità espressiva e significante.
Il tuo abbraccio solare e lunare lo sento fin dentro me stessa e so cosa significa oltrepassare la porta dell’accesso al Me che mi riconnette con te e le tue espressioni. Questo amore è un esperienza essa stessa sciamanica e il mio tragitto mi sta facendo comprendere quanto avevo lasciato indietro, quanti passi nel fango e sull’erba ho compiuto in divenire senza presunzione.
L’aspetto notturno è quello del viaggio e lo è del viaggio interiore, quindi ha una maggiore valenza rispetto a quello diurno ma la Dea è e resta unica.

 

Annunci

One thought on “La Dea del Sole e della Luna

  1. Pingback: Le Fasi della Luna | Sciamana Rossa

I commenti sono chiusi.