Partenogenesi Oggi

partenogenesi-web

Non sono solita fornire così direttamente consigli su dei libri o su altra merce (anche se definirla così in questo caso mi appare una cosa svilente) anzi generalmente penso che un libro lo si acquisti perché “si viene condotti ad esso” o perché arriva in un momento della vita un titolo che per istinto si sente sia quello che risulterà importante per comprendere altre cose, quindi non vi consiglio l’acquisto di questo testo ma ne voglio comunque parlare perché rappresenta un tassello importante per la mia Via spirituale e umana.
Penso comunque che questo libro meriterebbe una maggiore diffusione, anzi meriterebbe la maggiore diffusione possibile.

La Dea-Le Dee partenogenesi e l’autoguarigione

I percorsi iniziatici femminili sono quelli più antichi perché la donna della specie umana è assai più antica dell’uomo.
La Dea nasce e si rinnova da se.
I percorsi che una donna oggi come ieri nelle culture matri focali, compie per guardarsi dentro sono parte del concetto di partenogenesi ma questa ha riguardato e riguarda ancora, anche il concepimento senza il seme maschile, quindi non solo percorsi di auto guarigione sciamanica femminile.

Come sono venuta a “contatto” con questo testo

La storia in realtà è molto lunga.
Andavo all’Accademia di Belle Arti ed ero innamorata di una deputata, ebbene si lo confesso, e lei anche come me era lesbica. Un incontro che fece verteva sull’auto inseminazione e io pensai all’età di 22 anni come sarebbe stato bello se le donne della specie umana non avessero avuto bisogno del seme maschile per restare incinte.
Da allora tale pensiero mi accompagno poi arrivò la rassegnazione su questo argomento.
In seguito venni a conoscenza di un incontro di donne lesbiche di tutta Italia, svoltosi nel 2004, da cui emerse un documento che metteva in evidenza svariati aspetti:
  • Amazzoni
  • Partenogenesi
  • Lesbismo
  • Femminismo
  • La Dea Madre che nasce da se stessa e da se stessa cresce, muore e rinasce
Quest’ultimo argomento mi ha fatta pensare proprio al modello della Pachamama che non abbisogna di nessuno per fecondare se stessa e per far nascere se stessa da se stessa, appunto la partenogenesi.
Nel documento veniva evidenziato che le donne della specie umana sono assai più antiche (di 86.000 anni) rispetto agli uomini e ci si concentrava nel ragionamento anche sui cromosomi femminili e maschili, argomento che in precedenza avevo trattato anche io in questo post.
Dopo anni stavo trovando delle risposte importanti a dei pensieri avuti nel corso della mia vita e nello stesso documento tra le fonti viene citata Marianne Wex e il suo testo “Partenogenesi Oggi”.

L’arrivo del libro

Ci sono testi che ho impiegato mesi a leggere, questo mi è arrivato ieri e praticamente lo sto divorando.
Come per altre cose del mio percorso sciamanico di auto guarigione e animistico, la Wex come tantissime altre donne, hanno rappresentato i tasselli (con le loro storie, vicende personali, i loro studi e le loro teorie) che mancavano al puzzle che noi donne dovremmo fare sempre per ri-conoscere, ri-appropriarci di quel Se Profondo e Primordiale che è il nostro potere di Sciamane.
E’ un tipo di connessione che da sempre ho con le altre donne, solo che adesso me ne accorgo maggiormente perché sono in una fase nella quale ciò che avrebbe potuto distruggermi e che ho passato per parecchi anni come una crisi sciamanica, l’ho appreso come lezione e mi ha quindi rafforzata.
Poi arrivo a Parthenos, ovvero Vergine ovvero capace di ricrearsi da se, la partenogenesi sotto un altro profilo parla di Madre Terra e di questioni come il fluire, il mutare e l’essere cicliche del femminino, e questo libro è appunto un altro tassello importante del mio percorso spirituale.
Annunci

3 pensieri su “Partenogenesi Oggi

I commenti sono chiusi.