Esercizio per la concentrazione

Al di la di questioni connesse al concetto di controllo patriarcale che non voglio analizzare in questo post (anche perché credo di averne parlato ampiamente nel mio blog in diversi post) intendo parlare di un esercizio atto a riprenderci in mano il nostro cervello e a non permettergli di toglierci la concentrazione.
tumblr_n17tdyp9nv1snlp9uo1_500

Trasformare e essere Mutevoli

La concentrazione ha molto a che fare con la mutevolezza che porta ad una trasformazione.
Nel mio post precedente parlavo di come la mente spesso viene invasa da ondate di pensieri e oggi spiegherò invece come riportarla ad un unità, o per meglio dire, ad una regolamentazione sulla base della nostra scelta di concentrarci.
Giocate!
Non mi stancherò mai di ripeterlo, la mente vi fa pensare alla rata da pagare? alle bollette in scadenza? al fatto che la persona con cui state insieme adotta un comportamento che non comprendete?
Fate un respiro profondo e cercare il silenzio interiore, darete così il la al vostro Io Selvaggio che scioglierà non solo i nodi delle cose che non capite ma anche tutto questo flusso di pensieri che se torneranno vi faranno sorridere e poi potrete tramutarli (discernimento e cambiamento) e magari li muterete in onde, oppure in un parco in autunno, in una visione astratta…. in sostanza potrete vedere quello che volete e quindi focalizzarvi su una visione per poi da questa ridurre il tutto ad un punto. Quel punto è e rappresenterà la vostra concentrazione.
Ovviamente quando scrivo giocate significa che potete in quel frangente nel quale cercate di centrarvi anche andare a richiamare il o i vostri animali guida o anche visualizzare qualcosa che comunque ha unicamente lo scopo di farvi riprendere le redini dei vostri pensieri.
Trasformazione e mutevolezza significa non essere imbrigliati, non corrispondere alle aspettative, restare nel se ma senza che questo divenga una gabbia, nessun legamento, nessuna forma inopportuna e dolorosa di periodi o situazioni che possano per nostra stessa volontà ferirci nel profondo significa ricostruirsi partendo dal Se Interiore, dall’aspetto femminile che rappresenta una bellezza senza tempo e senza luogo… anch’essa sfuggevole. Significa anche andare a recuperare un energia che ci accompagna e che può essere investita per l’equilibrio di noi stess@.
Annunci