Essere… Essenza e Sostanza

Io sono la Strega e sono la Madre
Sono la riflessione e sono lo scatto istintivo
Cammino scalza sulla terra, nutro la Madre con le mie Energie
Amo e apro le braccia chiudendole e mutilando quando occorre
Sono la bestia che assale e morde lacerando le carni e sono selvaggia, e per come mi intende il patriarcato sono sfuggevole e pericolosa, ma disconosco il pericolo riconoscendo la naturalità della difesa
Io sono la Dea che nutre e distrugge, sono equilibrio al di là dello squilibrio generale
Sono la Curandera e per esserlo ho bruciato le mie carni passando per il fuoco in diverse vite, sono passata anche per l’acqua e per la terra che mi è stata lieve come una Madre matriarcale sa essere, ho attraversato il vento….
Evoco partendo da me Kalì e Venere, evoco me stessa….
Sono libera e le catene le detesto
Evoco Lilith e Hecate partendo sempre dal mio essere Dea
Non esiste dominio e non esiste potere per come viene inteso in questa società che si è auto mutilata, che si è ferita ferendo la Madre che rinasce sempre comunque perché non si può uccidere la ciclicità.
Approdo alla conoscenza del Se profondo al quale ho avuto il privilegio di accedere come sciamana, esiste l’esperienza e la capacità di osservare nella notte senza farsi notare ma al momento opportuno mostrando i denti….
Sono la saggezza delle mie esperienze e sfioro il tempo accompagnandolo
Solo la moltitudine e il silenzio profondo
La Dea è in me come lo è in tutte le donne che decidono di ri-trovarla
Il Rosso è il mio colore e le sue sfumature le sue trasformazioni rappresentanti la mutevolezza
Annunci