Gnosi—>Potere…Equilibrio

Per lo gnosticismo il termine Magia è strettamente associabile al termine potere.
Basta leggere qualche pagina di qualunque testo Gnostico riconosciuto come tale per comprendere questo e io nel tempo mi sono domandata se Magia significhi potere davvero o se possa assumere altri significati.
Fioccano nuovi credo costantemente e la Gnosi come movimento ha fornito anche una classificazione inglobante di questi, tra l’altro senza sbagliare nei tre punti che evidenzia.

La Magia è potere?
Io al termine Magia non ho mai applicato il concetto di potere quanto più quello di strumento per l’equilibrio.
Mi si potrebbe dire che anche questo è un concetto che ha a che vedere con il potere perché se vi è un essere capace di ristabilire un equilibrio, questo o questa sarà certamente (magari sono gruppi anche…) molto potente.
Allora occorre il dizionario….
La definizione di potere è la seguente:
Avere la possibilità, la capacità di….
Ecco il punto. Il potere di per se non ha connotazioni negative, le assume quando gli si forniscono delle specifiche connotazioni e quando uno strumento viene sottoposto ad un tipo di controllo atto a denigrare, offendere, ottenere vendetta e non giustizia che è differente o in altre circostanze, soprattutto quando manca il famoso equilibrio…. può essere tale appunto il potere ma può effettivamente anche tendere ad un riequilibrio tra le parti, molto dipende dal grado di chi lo esplica, come anche dalle finalità per le quali lo si “mette in campo”.

Il Potere corrompe? e l’Equilibrio dove si trova?

Il potere nel femminino è cooperazione, Sentire, Istinto e condivisione, nel patriarcato è annichilimento e asservimento quindi questa è una validissima domanda che dovrebbero porsi tutte e tutti. Potenzialmente il potere inteso come strumento atto ad offendere e ad ottenere cose molto basse si certamente può corrompere e spesso non lo si riconosce come tale ma si adduce al concetto di giustizia.
Chi non lo fa?
Chi almeno una volta non ha desiderato di esercitare quel tipo di potere?
Ebbene quel potere è per me oggi pessimo, svilisce l’azione magica come ho scritto a più riprese in miei diversi post e svilisce anche la persona che proiettando una o più forme pensiero si fa del male da sola, cosa intelligente vero? e questo avviene perché non c’è equilibrio in quel tipo di forma pensiero espressa con finalità becere, passatemi il termine.
L’equilibrio è invece qualcosa che ci richiede lavoro e passione, e il vero potere è l’equilibrio, che esso sia sulla Terra o nell’intero Universo.
Questo ci chiede non voglio dire sacrificio perché è un concetto che non mi appartiene, e pure questo è un concetto patristico (basti pensare alle religioni patriarcali… tale concetto lo si ritrova ovunque!) direi piuttosto una capacità di affrontare cose che nella stragrande maggioranza dei casi le persone non intendono prendere in considerazione e poi non basta vederle, come scrivo sempre, bisogna superarle e farne tesoro quindi non dimenticarle. Chi sarebbe pront@ a fare questo specie se si parla di se stess@? diciamo un 0,9% della società mondiale? forse sono stata positiva con questo dato…. ecco la questione… è sempre la stessa alla fine dei giochi.
Non si tratta di sacrificio per l’appunto, perché se tale scelta è consapevole non vi è sacrificio, ci saranno delle “cadute fisiologiche” ci saranno dei ripensamenti, dei momenti di sconforto e quant’altro, ma la conquista è grande, se si affrontano davvero e senza mettere in mezzo altro che fuorvia, i propri demoni e i propri blocchi, l’equilibrio a quel punto appare chiaro nella mente di coloro che svolgono tale cammino iniziatico. Come appare chiara la giustizia.
Annunci